top of page

Schemi di concepimento e nascita: come ci condizionano

Gli schemi di concepimento e nascita sono formati dalle condizioni presenti al momento del concepimento (ad es. essere voluti e programmati, essere indesiderati, essere illegittimi, concepimento con violenza ecc.) e della nascita (nascita normale, pre o post-termine, rapida, con cordone ombelicale intorno al collo, parto podalico, parto cesareo, ecc.) e costituiscono dei pattern che condizionano i nostri comportamenti e la nostra vita in generale.

Lo stato emotivo dei genitori, sia al concepimento che alla nascita, giocano un ruolo fondamentale: il futuro bambino è infatti, già dal concepimento, in grado di sentire le emozioni presenti nei propri genitori e di registrarle. Ad esempio, se uno dei due genitori non vuole un figlio, il bambino registrerà il rifiuto e potrà crearsi in lui la convinzione di "non essere desiderato", "di essere rifiutato" e ciò potrebbe costituire il suo modo di percepirsi in diversi ambiti della sua esistenza, condizionando il suo modo di porsi e comportarsi.

Nel compiere il viaggio verso la nascita il bambino si troverà ad affrontare situazioni di difficoltà in cui prenderà delle decisioni (ad esempio procedere con grande energia oppure collassare e fermarsi) e assumerà delle convinzioni (ad esempio "devo essere forte" oppure "non ce la faccio, sono bloccato") che si registreranno a livello molto profondo nel suo sistema.

Sondra Ray e Bob Mandel affermano che “le conclusioni che traiamo alla nascita diventeranno l’eredità inconscia della nostra vita” per spiegare come il modo concreto in cui nasciamo abbia effetti penetranti sulla nostra personalità. Queste convinzioni diventano infatti automatismi inconsci che governano i nostri comportamenti quotidiani. Di fronte a situazioni di difficoltà potremmo sentirci di nuovo "bloccati" o viceversa potremmo sentirci di dover "essere forti" anche se intimamente ci sentiamo in modo opposto.

E' quindi importante riconoscere come le modalità del nostro concepimento e della nostra nascita influenzano la nostra vita e comprendere, inoltre, che questi schemi portano con sè anche dei grandi doni, perché in una fase molto delicata della nostra esistenza hanno costituito la strategia che abbiamo scelto per sopravvivere.

Questi schemi nella vita adulta si manifestano con aspetti più o meno piacevoli. Chi nasce, ad esempio, con un parto veloce, tenderà ad essere impaziente e rapido in tutti gli ambiti della propria esistenza; viceversa chi nasce dopo il termine e con un lungo travaglio, tenderà a prendere tempo in tutto ciò che fa. Velocità e lentezza non sono negative di per sé, lo diventano quando sono uno meccanismo coartante che non ci lascia libertà di decidere e ci costringe ad essere veloci o lenti anche quando non è necessario o opportuno che lo siamo.

E' quindi fondamentale, in un percorso di crescita interiore, osservare come questi schemi operano e riconoscere quando siamo agìti dallo schema e quando, invece, scegliamo - in piena consapevolezza - di agire velocemente o lentamente perché il caso lo richiede.


LIBRI:

S. Ray e B. Mandel “Nascita e personalità. Il modo in cui veniamo alla luce influenza la nostra vita e le relazioni con gli altri” – Armenia Edizioni

R. Fernance "Dimmi come sei nato e ti dirò chi sei" - Amrita Edizioni



Comentários


bottom of page